Il servizio sociale in comune

il-servizio-sociale-in-comuneEccolo: è arrivato!!! Dopo averlo tanto desiderato, dopo averci tanto lavorato, è venuto alla luce: il primo libro italiano dedicato al servizio sociale comunale!

Due anni fa scrivevo il mio stupore di fronte al fatto che non esistesse ancora un testo espressamente dedicato all’assistente sociale comunale, nonostante Continua a leggere

Scripta manent, meglio non farlo

scrittura-professionalePubblicato oggi sul blog di “Prospettive sociali e sanitarie” il mio articolo “Scripta manent, meglio non farlo”: volete leggerlo? Voilà!

Perché è così difficile mettere per iscritto le prestazioni sociali? Perché si fa così fatica a descrivere i contenuti del nostro welfare, le cose che il cittadino può legittimamente aspettarsi, i modi, i tempi, i criteri di accesso, le tariffe? Continua a leggere

Riservatezza, privacy e trasparenza

Assistenti sociali riservatezza privacy trasparenza

*

Come fare a tutelare la privacy dell’utente? Cosa si può scrivere nella relazione sociale? Cosa rispondere al cittadino che chiede di vedere la propria cartella sociale? Come comportarsi di fronte a qualcuno che ci vuole segnalare una situazione? Esistono modelli della modulistica da far firmare? Questi e tanti altri interrogativi trovano risposta nell’ottimo documento elaborato da Continua a leggere

Fare una valutazione sociale: alcuni spunti

la bilancia indica il processo di valutare dell'assistente sociale

*

Valutare, cioè dare valore. Non una cosa da poco… Ci si può chiedere quando e cosa valutare, e tra poco ne parlerò. Ma prima di tutto mi preme capire chi e come. Io, assistente sociale, sono chiamata a valutare: devo raccogliere elementi, rielaborarli, cucirli insieme dandogli un senso. Ma come faccio a farlo nel rispetto di chi mi sta di fronte? Come posso evitare di essere intrusiva con le mie domande e la mia presenza? Come faccio a dare un peso e un valore alle cose senza scivolare nel giudizio morale? Continua a leggere

Lo sguardo che permette il cambiamento

gatto e gabbianella “Vola solo chi osa farlo”, disse il gatto all’umano. Stava parlando della gabbianella a cui aveva insegnato a volare.

Io aggiungerei: “nessuno osa farlo se non ha chi crede in lui“. Se la gabbianella non avesse avuto intorno un gatto fiducioso e incoraggiante, in grado di accogliere i suoi timori ma anche di dirle “ora volerai, il cielo sarà tuo“, non si sarebbe mai immaginata in grado di riuscirci.

All’interno della relazione d’aiuto, abbiamo la possibilità di offrire agli utenti degli sguardi nuovi su di loro. E’ una bella responsabilità. Come ce la giochiamo? Continua a leggere

La documentazione professionale

Document by Austin Andrews from The Noun Project

Document by Austin Andrews from The Noun Project

Mi son sempre chiesta quanto fosse utile appuntarsi tutto quello che si fa in modo più o meno ordinato, o quanto invece riempirsi di appunti e verbali sia una perdita di tempo.

La risposta non è univoca e dipende dal perché lo si fa.

Continua a leggere